Socrate e i maiali (Plut. 580a)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Socrate e i maiali (Plut. 580a)

Messaggio  V. Ortoleva il Sab Mar 29, 2008 8:22 pm

A proposito del doppio emendamento di Bernardakis a 580e si può aggiungere che egli scriveva 'perípleai' sulla base di 589a, dove si legge 'sárkes hygrôn perípleai' ("carni sovrabbondanti d'umore"). Il femminile si rinviene poi solo altre due volte in Ippocrate, De natura muliebri 17 e De mulierum affectibus 58 (ma bisogna dire che i due passi sono pressoché identici). Forse non è un caso che l'attestazione in Plut. 589a riguardi una descrizione del corpo umano. Si deve tuttavia anche notare che non esistono in Plutarco altre attestazioni dell'aggettivo da cui si possa distinguere la forma maschile da quella femminile. Per quanto riguarda 'athróos', è assai maggiormente impiegata in Plutarco la forma a tre uscite.
In ogni caso l'episodio non sembra altrimenti noto ed appare singolare in tale contesto la determinazione del sesso degli animali (e in tale ottica ancora più strano l'impiego di aggettivi a due uscite), anche se – è necessario osservare – il testo offerto dalla tradizione è grammaticalmente corretto.

V. Ortoleva
Admin

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 13.03.08
Età : 52

Vedi il profilo dell'utente http://www.webalice.it/ortoleva

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum